Musicisti come Vitalic sono pochi e lontani tra loro. In un momento in cui parole come “pioniere” e “innovatore” si sentono dire in giro troppo facilmente, Vitalic – conosciuto anche come Dijon di nascita e cresciuto come Pascal Arbez-Nicolas – come i suoi coetanei francesi Daft Punk, fa parte di una razza in estinzione. A partire dal grande successo di “Poney EP”, seguito dal suo debutto nel 2005 con “OK Cowboy”, Vitalic praticamente da solo ha inventato una nuova fase della musica dance – pensieri racchiusi claustrofobicamente in concetti condensati, eccellenti beats brutali e folli accordi aggiuntivi, l’emozione, l’invenzione e la melodia, il tutto espresso tramite la sua brillante visione della dance. Una miriade di imitatori si formarono rapidamente al suo seguito, ma nessuno riuscì a raggiungere il suo spirito innovativo e avventuroso.

Ora, dopo una pausa di quattro anni, Vitalic è tornato con “Flashmob”, un album nuovo di zecca. Composto da 13 pepite taglienti come un rasoio di forma perfetta, è un ritorno sorprendente per il panorama musicale mondiale. Anche se notevolmente più caldo e dolce di natura, il suo marchio lo si ritrova ovunque, dal succulento “Lips Poison”, un pezzo melodico con una serie di voci femminili sensuali, al contagioso primo singolo “Your Song Disco” che pompa synth e beats taglienti, fino ad arrivare al vizioso assalto sonoro della “Terminateur Benelux”. Con questa nuova produzione Vitalic ha dimostrato ancora una volta di avere una marcia in più e di saper creare epici dischi che verranno suonati in gran parte dei dancefloor mondiali.
Insomma, “Flashmob” non è solo un’evoluzione nel suono di Vitalic, ma un gigantesco passo avanti per la musica elettronica in generale.

// VIDEO

Poison Lips

Second Lives

Flashmob

My Friend Dario

La Rock 01

Poney part 1

Your Song Disco

Terminator Benelux